Impianti recupero inerti

Gubbiotti trasforma il materiale delle demolizioni in materia prima, tramite un lavoro con impianti di recupero inerti in provincia di Terni.

Recupero inerti

Trasformazione dei rifiuti in nuovi materiali

Materiali da demolizioni

Calcinacci, cementi e laterizi da riciclare.

End of waste

Attività di recupero e valorizzazione dei rifiuti.

Materie prime dai materiali inerti

A Nera Montoro, una frazione di Narni, è presente un impianto Gubbiotti per lo smaltimento dei rifiuti derivanti dalle demolizioni. Non si tratta solo di uno smaltimento, ma anche di un recupero, nell’ottica “end of waste” della valorizzazione e riuso dei rifiuti.
In particolare, i materiali derivanti dalle attività di demolizioni, i cosiddetti inerti, vengono sottoposti ad un processo con selezione (vaglio) e trattamenti con il mulino per la polverizzazione dei materiali. Il recupero degli inerti avviene presso un impianto di trasformazione autorizzato, che converte le macerie in materiale omogeneo che può essere riutilizzato.
Dal rifiuto fino a diventare a materia prima e secondaria, l’impianto lavora per la valorizzazione tramite recupero dei rifiuti prodotti dai cantieri edili a seguito di demolizioni e costruzioni: cemento, calcinacci, mattoni, laterizi, mattonelle, etc.

Si tratta di materiali che richiedono uno smaltimento adeguato perché potrebbero essere contaminati da sostanze tossiche, potenzialmente pericolosi per la salute umana o per l’ambiente.
L’impianto segue le direttive del CER (Codice Europeo dei Rifiuti), è presente una unità locale specifica che adotta un formulario, nel rispetto dei requisiti CER.

L’azienda Gubbiotti agisce secondo le regole standard UNI-EN ISO 9001, attestate dall’ente di certificazione RINA.